facebooktwitteryoutube
in Casa - 05 May, 2017
by Reggia delle Meraviglie - no comments
Come Realizzare i Fronzoli nelle Sciarpe di Lana

Se non siete molto pratichi ad adoperare i ferri per realizzare un bel lavoretto con la lana, non c’è niente di meglio che allenarsi realizzando una semplicissima sciarpa. Risulta essere quasi sempre il primo lavoro di chi si accinge ad adoperare i ferri per la lana. Ecco come fare i fronzoli.

Dopo avere terminato la realizzazione della sciarpa, potete abbellirla applicando qualsiasi cosa sulla sciarpa stessa oppure aggiungendo i classici fronzoli agli estremi della sciarpa stessa. Ecco come fare: prendete il colore della lana che preferite, oppure la lana della sciarpa stessa, se volete fare una tinta unita.

Scegliete la lunghezza del fronzolo che desiderate che abbia la vostra sciarpa, quindi cominciate a tagliare la lana nel modo seguente: il filo di lana dovrà risultare l’esatto doppio della misura desiderata. Tagliate tanti pezzi di lana quanti ve ne occorrono. Per fare questo, considerate che ogni fronzolo finito dovrà essere composto da almeno sei fili di lana.

Realizzate tanti gruppi formati da sei fili di lana e raggruppateli (potreste anche aggiungerne qualcuno se lo desiderate più vaporoso). Adesso prendete la sciarpa e, considerando una distanza di almeno tre centimetri lungo il bordo inferiore, cominciate ad applicare i fronzoli seguendo attentamente queste ulteriori istruzioni.

Piegate perfettamente ed ordinatamente in due, il gruppo di fili di lana (da sei fili) che avete raggruppato insieme. Infilate un uncinetto abbastanza grande all’interno del bordo della sciarpa, quindi afferrate il gruppo di fili piegato agganciando l’uncinetto, quindi trascinatelo attraverso la sciarpa.

Tirate verso l’esterno per almeno quattro centimetri, quindi passate al suo interno la “coda” di fili come nella figura precedente. Tirateli come fosse un cappio e proseguite allo stesso modo per tutti gli altri gruppetti di fili di lana. Ovviamente dovrete proseguire allo stesso modo anche nell’estremo opposto.