facebooktwitteryoutube
in Casa - 14 Aug, 2016
by Reggia delle Meraviglie - no comments
Come Riverniciare la Bici

Con questa guida potrai far tornare in vita tutte le vecchie bici di tuo nonno che rimangono dimenticate per anni nella cantina,dopo un breve “restauro” potranno tornare a pedalare facendo si che tu senza spendere troppi soldi possa riavere una nuova e comoda bicicletta da città.

Per prima cosa assicurati di avere a portata di mano tutti gli attrezzi necessari a smontare la bici, scarteggiarla e ripulirla e a riverniciarla. Il primo passo è proprio quello della ripulitura generale della bici, la puoi effettuare con appositi prodotti e un panno bagnato. Dopo averla ripulita e risciacquata, inizia lo smontaggio di alcune parti della bici che non dovranno essere intaccate dalla nuova pittura. Smonta dapprima le ruote e i freni, successivamente la catena, i pedali e la sella. Per questa fase ti saranno necessarie principalmente una brugola e una chiave inglese.

Il secondo passaggio inizia con la copertura del canotto,dei cavi dei feni e del cambio e della corona anteriore.Questa copertura è preferibile avvenga usando vecchi giornali e soprattutto nastro isolante e scotch di carta. Dopo esserti assicurato di aver smontato o ricoperto le parti che sai di non dover riverniciare puoi iniziare la rimozione della ruggine e della vernice antecedente. E’ preferibile rimuovere del tutto lo strato di vernice “vecchia” così da rendere ottimale la nuova verniciatura. La rimozione della vernice può essere effettuata in due modi:il primo metodo è più veloce ma più dispensioso in termini di denaro e più pericoloso per la tua salute, avviene utilizzando uno sverniciatore chimico liquido. Dopo aver scarteggiato superficialmente il telaio della bici, armato di guanti e pennello applica uno strato di circa 2-3 mm di sverniciatore liquido sull’intera superficie verniciata del telaio,quindi, dopo aver aspettato che lo sverniciatore agisca per circa 2 ore rimuovi la vernice che si sarà sollevata utilizzando una spatola o qualcosa di simile.

Il secondo metodo è meno dispendioso economicamente ma decisamente più lungo, avviene scarteggiando manualmente l’intero telaio della tua bicicletta. Puoi aiutarti con una smerigliatrice automatica ma solo se a testina rotante e solo negli angoli, usa per scarteggiare la vernice inizialmente una carta abrasiva(o vetrata) a grana grossa e poi quando vedi che il grosso della vernice è stato rimosso, della carta con grana più fine. Questo tipo di lavoro potrà durare in media circa otto-dieci ore di lavoro manuale effettuato singolarmente.

La riverniciatura: per riverniciare la tua bicicletta puoi usare sia una bomboletta spray acrilica adatta a superfici metalliche o una vernice liquida sempre dello stesso tipo applicabile con un pennello. In tutti e due i casi ti consiglio prima di applicare uno strato di antiruggine e uno di vernice bianca detta di “fondo” o “fissante”, poi con la bomboletta applica almeno due mani di vernice tenendoti a 50 cm di distanza e facendo attenzione a non fare “goccie” di vernice. Se utilizzi invece il pennello applica almeno due strati di vernice ma facendo sempre attenzione a non applicarne troppa per evitare “goccie” di vernice antiestetiche. Infine sia che tu abbia usato la vernice liquida sia la bomboletta ti consiglio di applicare come terza mano, una pittura trasparente di protezione. Dopo avere atteso che anche l’ultima mano applicata sia asciutta(almeno 2 giorni), rimuovi lo scotch e la carta usata per il rivestimento e rimonta ruote, freni e quantaltro per poter riusare al meglio la tua nuova bicicletta.